Vulnerabilità WPA2

Ultimamente è sempre più frequente sentire nominare in ambito informatico il termine KRACK. Si tratta di una serie di vulnerabilità di grave entità che sono state scoperte nel protocollo WPA2 e che mettono di conseguenza a rischio tutte le reti WiFi.

I ricercatori che hanno analizzato la problematica confermano che gli attacchi, complessivamente battezzati KRACK – acronimo di Key Reinstallation Attacks – hanno successo su reti wireless WPA e WPA2. Inoltre, trattandosi di bug che riguardano lo standard WiFi in sé, ad essere esposti sono tutti i dispositivi Windows, macOS, Linux, Android e iOS.

Questo genere di aggressione permette ad utenti malintenzionati di leggere i contenuti dei pacchetti dati che transitano tra router/access point WiFi e dispositivi client senza neppure il bisogno di craccare (intercettare) la password usata a protezione della rete wireless del soggetto da attaccare.

Naturalmente, trattandosi di rete WIFI, affinché l’attacco vada a buon fine è indispensabile che l’aggressore si trovi fisicamente nelle vicinanze del router o dell’access point.

Noi di Bitways abbiamo risolto il problema grazie ad AEROHIVE, con lui la mobilità aziendale diventa semplice e sicura.

Le soluzioni wireless Aerohive consentono alle aziende di sfruttare la potenza della mobilità per aumentare la produttività, coinvolgere i clienti e far crescere il loro business. La piattaforma Aerohive utilizza il cloud e un’architettura intelligente, distribuita e controller-less. Tutto questo semplifica il network e rende semplice ed economico il deployment.

La nostra partnership consolidata ci consente di avere riscontri rapidi, soprattutto in casi come il KRACK. La flessibilità di AEROHIVE ci consente di rimediare alla vulnerabilità in tempi rapidissimi e da qualsiasi zona.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *